Salta al contenuto principale
x

Abbazie Benedettiene Di Bominaco

Bominaco appartiene al Comune di Caporciano ed offre una bellissima vista sulla Piana di Navelli. Meta favorita per gli amanti dell'arte attratti dalla presenza di due importanti chiese di epoca Benedettina. La maestosa torre circolare del castello, ubicata sul monte Buscito (1171 m), costruita probabilmente per proteggere il piccolo insediamento urbano, domina il villaggio.
L'Abbazia di Santa Maria Assunta, nascosta tra gli alberi poco fuori Bominaco, insieme all'oratorio, faceva parte del centro dei Monaci Benedettini di Momenaco, già esistente nel X sec. Fondata, secondo la tradizione, nel 1001 da Odorisio, figlio di Bernardo di Valva, questa abbazia è uno dei capolavori dell'architettura romanica abruzzese. Le tre significative absidi visibili nella parte posteriore della chiesa, sono tra le più caratteristiche del tempo. L'interno è diviso in tre navate da sette arcate e conserva elementi di notevole pregio artistico: la cattedra, l'altare ed il ciborio, il candelabro pasquale, l'ambone e ciò che rimane dei preziosi affreschi.
L'Oratorio di San Pellegrino, era riservato alla liturgia del Monastero benedettino. Secondo la tradizione, la chiesa fu fondata da Carlo Magno che, come riportato in un documento della fine del VIII secolo, mentre si trovava in Abruzzo, a Settefonti, vicino all'antica città romana di Peltuinum, vide in sogno un pellegrino che gli raccomandò di completare una chiesa in onore di San Pellegrino, il martire Cristiano più venerato della zona. Così Carlo Magno concesse vaste terre all'abbazia di Farfa, ed i Monaci benedettini incominciarono a costruire il monastero di Momenaco. Si dice che il corpo del Santo sia sepolto sotto una pietra, posta sul lato destro dell'altare. L'esterno è molto semplice, irregolare, tipico di una architettura quasi primitiva. L'interno, d'altro canto, è unico grazie alla presenza di meravigliosi affreschi che ricoprono completamente la volta e le pareti, per più di 470 metri quadrati. I due "plutei" al centro della Chiesa, raffiguranti rispettivamente un drago ed un griffin, dividono l'ambiente in due settori separati come nelle prime chiese cristiane: una per i battezzati e l'altra per i catecumeni. Gli affreschi dell'Oratorio rappresentano, in quattro cicli, episodi di storia sacra: L'Infanzia di Cristo, La Passione, Il Giudizio Finale, la vita di San Pellegrino.

(FL)

(FL)

Località Bominaco CAPORCIANO
0862-22306