Salta al contenuto principale
x

Campli

Il borgo di Campli si trova nella provincia di Teramo ed è un vero e proprio “scrigno di tesori” custodito nel cuore delle colline teramane. Un’incantevole città d’arte dove storia e cultura, tradizione e culto religioso, si fondono assieme creando un mix unico nel suo genere. Abitata sin dall’epoca preromana, come testimonia la necropoli rinvenuta nella vicina Campovalano, Campli conosce il suo massimo splendore nel Medioevo, quando sotto il controllo dei Farnese diventa luogo d’incontro di pittori e artisti provenienti dalle scuole di maestri come Giotto e Raffaello, per citarne solo alcuni. Capolavori che ancora oggi impreziosiscono i principali monumenti del centro storico e dei paesi vicini, dalla Cattedrale di Santa Maria in Platea (XIV secolo) alla Chiesa di San Francesco con convento attiguo (dove è ospitato il Museo Archeologico), dal convento quattrocentesco di San Bernardino alla Chiesa dedicata alla Madonna della Misericordia.Di grande valore non solo artistico ma anche religioso è la Chiesa di San Paolo con la vicina Scala Santa, così chiamata dal 1772 quando si diffuse l’usanza di concedere l’indulgenza plenaria a coloro che salivano in ginocchio e a capo chino i suoi ventotto gradini in legno di dura quercia. Ad accompagnare i “penitenti” nella loro “espiazione” dei peccati, le affascinanti simbologie di sei dipinti, tre a destra e tre a sinistra della scala, che raccontano i momenti più toccanti della Passione di Cristo.Il centro storico di Campli offre infine pregevoli esempi di architettura civile medievale e rinascimentale, ad iniziare dalla Casa del Medico e a quella del Farmacista, sino all’imponente Palazzo parlamentare, poi Farnese, con le caratteristiche trifore ed i suoi archi a tutto sesto che compongono un bel portico.

INFO:  www.comune.campli.te.it   tel. 0861.56011

 

Provincia: Teramo

CAP: 64012

Prefisso: 0861

Altitudine: 396

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.7273891, 13.6877892

Prossimi Eventi

Il Museo Archeologico Nazionale di Campli, ricavato nelle sale del convento annesso alla seicentesca Chiesa di S. Francesco e' stato inaugurato nel 1989. si tratta di una struttura di dimensioni abbastanza contenute, composta com'e' da quattro sale , ma capace di fornire all'operatore un quadro chiaro e completo grazie alla sua impostazione esclusivamente didattica.

La Chiesa di San Pietro in Campovalano, cui sono ancora addossati i ruderi del Convento dei Premostratensi di San Norberto, fu fondata nel secolo VIII e fu ricostruita in forme romaniche all'inizio del sec. XIII.

Il Museo Archeologico Nazionale di Campli, ricavato nelle sale del convento annesso alla seicentesca Chiesa di S. Francesco e' stato inaugurato nel 1989. si tratta di una struttura di dimensioni abbastanza contenute, composta com'e' da quattro sale , ma capace di fornire all'operatore un quadro chiaro e completo grazie alla sua impostazione esclusivamente didattica.

The National Archaeological Museum of Campli, housed in the rooms of the convent annexed to the seventeenth-century Church of St. Francis and 'was inaugurated in 1989. It is a structure of fairly small size, composed as 'four rooms, but able to provide the operator a clear and complete thanks to its approach exclusively educational.

Il Museo Archeologico Nazionale di Campli, ricavato nelle sale del convento annesso alla seicentesca Chiesa di S. Francesco e' stato inaugurato nel 1989. si tratta di una struttura di dimensioni abbastanza contenute, composta com'e' da quattro sale , ma capace di fornire all'operatore un quadro chiaro e completo grazie alla sua impostazione esclusivamente didattica.

La Chiesa di S. Paolo è ricordata soprattutto per la presenza della Scala Santa.

La Chiesa di S. Paolo è ricordata soprattutto per la presenza della Scala Santa.

La Chiesa di S. Paolo è ricordata soprattutto per la presenza della Scala Santa.

Edificata verso la fine del Trecento, Santa Maria in Platea sorge nella piazza principale del paese. Già dopo la sua costruzione, nel 1395 fu eletta a Collegiata, ossia sede di un collegio di canonici.

La chiesa e' situata all' interno dell' antica cinta muraria a ridosso della porta Angioina. La facciata a capanna , semplice e spoglia presenta un elegante portale ogivale in pietra del XIV sec. sormontato da un finestrone circolare ripetuto sulla destra alla stessa altezza. L' interno ?

Located on a fluvial terrace of about fifty hectares, crossed by a paved road, a real "Via Sacra", the necropolis of Campovalano has been the subject of excavation since 1967. Today, over six hundred burial tombs have been brought to light which embrace a chronological period from the end of the Bronze Age to the Roman conquest.

Situata su un terrazzo fluviale dell'estensione di circa cinquanta ettari, attraversata da una via lastricata, una vera e propria "Via Sacra", la necropoli di Campovalano è stata oggetto di scavo a partire dal 1967.

Situata su un terrazzo fluviale dell'estensione di circa cinquanta ettari, attraversata da una via lastricata, una vera e propria "Via Sacra", la necropoli di Campovalano è stata oggetto di scavo a partire dal 1967. Oggi sono state portate alla luce oltre seicento tombe ad inumazione che abbracciano un arco cronologico che va dalla fine dell'Età del Bronzo alla conquista romana.

Situata su un terrazzo fluviale dell'estensione di circa cinquanta ettari, attraversata da una via lastricata, una vera e propria "Via Sacra", la necropoli di Campovalano è stata oggetto di scavo a partire dal 1967. Oggi sono state portate alla luce oltre seicento tombe ad inumazione che abbracciano un arco cronologico che va dalla fine dell'Età del Bronzo alla conquista romana.

La Chiesa di San Pietro in Campovalano, cui sono ancora addossati i ruderi del Convento dei Premostratensi di San Norberto, fu fondata nel secolo VIII e fu ricostruita in forme romaniche all'inizio del sec. XIII.

The sanctuary and the convent, built in 1466, stand on a hill in front of the village, a short distance from the road that leads to the center of Civitella. Their foundation is attributed to San Giacomo della Marca; their history is linked to that of the village, not only for religious and cultural aspects, but also for civil and military ones.

Il santuario e il convento, eretti nel 1466, sorgono su un colle di fronte l’abitato, a poca distanza dalla strada che porta al centro di Civitella. La loro fondazione è attribuita a San Giacomo della Marca; la loro storia è legata a quella del borgo, non solo per gli aspetti religiosi e culturali, ma anche per quelli civili e militari.