Salta al contenuto principale
x

Chiesa San Francesco Della Scarpa -sulmona

La sua fondazione è antichissima, antecedente all'anno mille, seppur in forme modeste. Fu ampliata e arricchita da Carlo D'Angiò nel 1290 tanto da essere famosa in tutto il regno per maestosità e mugnificenza. Ristrutturata più volte nei secoli successivi, a causa dei frequenti e disastrosi terremoti, oggi offre ancora una bella facciata tardo-gotica a cui è venuto a mancare il rosone traforato. Il portale è ad arco a sesto acuto con resti di affresco della Madonna del latte tra angeli e devoti. Rovinarono anche il campanile e l'area presbiteriale, di cui restano avanzi del perimetro poligonale dell'abiside col monumentale portale laterale inserito nei resti del complesso absidale che si affaccia su Corso Ovidio a formare un insieme altamente scenografico. Il magnifico portale, fortemente strombato, si compone si sei colonne per lato poggiate su un robusto zoccolo e ricurvate al di sopra dei capitelli finemente lavorati a formare l'arco a tutto sesto. La lunetta affrescata nel primo cinquecento con l'immagine della Madonna con bambino tra San Francesco e la Maddalena. Il Complesso conosciuto oggi col nome di "Rotonda" si apre su  un cortile interno circolare in cui si affacciano diversi ambienti adibiti solitamente a mostre ed esposizioni.  L'interno della chiesa, impreziosito dagli stucchi di Pietro Piazzoli e di altri maestri lombardi, conserva sulla parete di controfacciata l'organo di Domenico Antonio Fedele da Camerino del 1754, incorniciato da un'esuberante mostra in legno intagliato, un Crocifisso ligneo del quattrocento e resti di affreschi tardotrecenteschi. Sulla destra è situato l'altare dei lombardi con la bella Pala della Visitazione di Giovanni Paolo Olmo del '500.

(FL)

Chiesa San Francesco della Scarpa Via Mazara CAP 67039 Sulmona (AQ) SULMONA

0864-55342/33522

42.0478629, 13.9245858