Salta al contenuto principale
x

Montefino

Montefino, centro agricolo del subappennino abruzzese, sorge sulle estreme pendici orientali del Gran Sasso, su un alto colle, in una zona a calanchi nella media valle del fiume Fino. Posta a circa 352 m. sul livello del mare, a 44 Km. da Teramo, la cittadina ha un'economia che si basa prevalentemente sull'agricoltura. Non si hanno molte informazioni riguardo la storia del paese. Ricordiamo però, che per una serie di motivi esso cambiò ben tre volte nome: all'inizio venne chiamato Montefiore; poi, fino al 1863, divenne Montesecco ed infine, per la vicinanza al fiume Fino gli fu dato il nome di Montefino. In epoca Medioevale il feudo di Montefino apparteneva alla famiglia dei Duchi di Acquaviva di Atri che vi costruirono un castello con torrioni cilindrici e merlati, in seguito le vicende storiche generali della cittadina seguirono quelle del regno di Napoli. Nel paese due sono essenzialmente i monumenti più importanti: La Chiesa di Santa Maria del Carmine, con bellissimi affreschi che risalgono al XV secolo, e i resti del Castello fatto costruire dai Duchi di Acquaviva, dove si conserva in perfetto stato una torre merlata con pianta cilindrica.

 

Provincia: Teramo

CAP: 64030

Prefisso: 0861

Altitudine: 352

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.5502555, 13.8796018

Prossimi Eventi

La collezione privata, che è situata in palazzo del centro storico di Castilglione Messer Raimondo, documenta le espressioni culturali del popolo cinese a partire dal periodo neolitico ai giorni nostri; il tutto tramite oggetti d'arte e di uso quotidiano:bronzi, specchi, porcellane, dipinti, tappeti, giade, monete.

Databile al tardo quattrocento. Degli originali Torrioni cilindrici ne rimangono solo tre, uno rompitratta, uno angolare e il terzo in stato di degrado. Il Torrione rompitratta, posto vicino alla Parrocchiale è realizzato in pietrame di arenaria locale e quello angolare in muratura di laterizio. Il camminamento superiore è ancora praticabile.

Chiesa tardo-gotica con il vicino Convento da poco restaurato. Presenta al suo interno un bellissimo Chiostro che si sviluppa su due ordini di arcate e cisterna nel mezzo. Sul lato nord è presente l'antica torre-mastio dell'incastellamento del 1200-1300, sulla cui sommità è situato il campanile a vela della Chiesa.