Salta al contenuto principale
x

Pescasseroli

Il nome sembra derivabile da Pesculum Seroli. La voce Pesco (o Pesculum, Pesclum, Peschio) deriva dal tardo latino Pensulu, "roccia sporgente, a picco, adatta per la costruzione di case". Se ne attribuisce la fondazione a popolazioni peligne le quali, distaccatesi dal ceppo originario, si insediarono sul colle chiamato "Castel Mancino". La terra di Pescasseroli appartenne ai conti di Celano poi ai di Sangro e ai d'Aquino e, quindi, ai marchesi del Vasto. E' stata anche feudo di Vittoria Colonna e Maria d'Aragona. Pescasseroli ha vissuto la grande epopea della transumanza ed è stato il punto di partenza di uno dei tratturi principali: il  Pescasseroli-Candela.  E' il centro principale del Parco Nazionale d'Abruzzo, di cui è sede legale, con gli Uffici della Direzione. Dispone di un Centro Visita con museo di storia naturale, orto botanico e giardino faunistico. Situata nell'alta Valle del Sangro, circondata da montagne bellissime e da immensi boschi centenari di faggi, pini, abeti, aceri, querce, in una delle zone montane più suggestive d'Italia per la selvaggia bellezza paesaggistica e per la straordinaria varietà della flora e della fauna, in un'ampia pianura a 1.167 m. sul livello del mare, con un clima asciutto e salubre, è il luogo ideale per un soggiorno estivo e per la pratica degli sport invernali, ma anche per vacanze in ogni periodo dell'anno. Il parco, con le sue meravigliose stagioni, l'ottima attrezzatura turistico - ricettiva, sportiva e da diporto sono a garanzia di questa scelta.  Pescasseroli ha dato i natali al filosofo Benedetto Croce.

Provincia: L'Aquila

CAP: 67032

Prefisso: 0863

Altitudine: 1167

POSIZIONE GEOGRAFICA

41.8078509, 13.7887872

Prossimi Eventi

Partenza da Pescasseroli verso il rifugio del Passo del Diavolo a 1400 m slm. Da qui bisogna seguire il sentiero contrassegnato dalla lettera T che si dirama in T1, T4 e T5 e che tutti abbracciano la ampia zona della Cicerana. È molto alta la probabilità di vedere l'Orso Bruno Marsicano soprattutto in primavera quando l'orso esce dal letargo durato quasi tutto l'inverno.

Partenza da Pescasseroli verso il rifugio della Difesa da dove parte il sentiero scorciatoia per il Monte Tranquillo. Il percorso è contrassegnato dalla sigla C3 della Carta Turistica del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Il percorso raggiunge i 1841 m di altezza.

Partenza da Pescasseroli verso la Valle dell'Atessa, fino all'Altopiano di Terraegna, si prosegue verso le Ciminiere di Scanno (spettacolari torrioni calcarei) e attraverso il Vallone del Carapale si inizia la discesa verso Scanno, arroccato sopra una gola alpestre nella Valle del Sagittario.

La Parrocchiale dei SS Pietro e Paolo, danneggiata dal terremoto della Marsica del 1915 è stata restaurata, liberandola dalle sovrastrutture barocche e restituita alle sue linee originarie.Essa conserva un portale ogivale sormontato da un finestrone barocco. L'interno basilicale a tre navate, divise da pilastri a fascio e coperti da volte a crociera con costolini.

momentaneamente  chiuso

Palazzo Sipari is an important building built in 1858 in the Abruzzo town of Pescasseroli. The palace takes its name from the Sipari family, an important political family from Abruzzo that emerged after the unification of Italy.

Palazzo Sipari è una costruzione importante edificata nel 1858 nel paese abruzzese di Pescasseroli. Il palazzo prende il nome dalla famiglia Sipari, importante famiglia politico abruzzese emergente dopo l'unità italiana.

Opened in 1969, owned by the Park Authority, it is a structure of information, education and environmental interpretation that exhibits materials and documents related to the Abruzzo fauna, geological structure of the territory, tradition. The Visitor Centre includes:

Aperto nel 1969, di proprietà' dell'Ente Parco, è una struttura di informazione, educazione ed interpretazione ambientale che espone materiali e documenti relativi alla fauna abruzzese, all'assetto geologico del territorio, alla tradizione. Il Centro visita comprende:

Nato nel 1922 e istituito con Regio Decreto l’anno successivo, è il più antico Parco nazionale d’Italia. In esso sono concentrati quasi tutti i caratteri che contraddistinguono l’Appennino centrale, compresi elementi di flora e fauna unici al mondo o ormai scomparsi nel resto della catena.

Born in 1922 and established by Royal Decree the following year, it is the oldest National Park in Italy. In it are concentrated almost all the characters that characterize the central Apennines, including elements of flora and fauna unique in the world or now disappeared in the rest of the chain.